Toko Film Fest 2022

28-29-30-31 LUGLIO

VALLO DI DIANO (SA)

“Se avete già ascoltato questa storia, non fermatemi, perché mi piace sentirla di nuovo.” (Groucho Marx)

28 Luglio / Sala Consilina

‘a Chiazzaredda

  • Proiezione corti
  • Talk con l’attrice Lia Grieco
  • Talk con la giornalista e critica cinematografica Paola Casella

Situata sul lato orientale del Vallo di Diano, al confine con la Basilicata, le prime notizie sulla città di Sala Consilina, risalgono all’epoca romana, periodo in cui era conosciuta con il nome di Consilinum.

Di interesse turistico la Grancia di San Lorenzo, il museo archeologico culturale, il teatro comunale “Mario Scarpetta”, la località di Montevergine e Castello e il santuario di San Michele, dedicato al patrono di Sala Consilina, San Michele Arcangelo e collocato sulla sommità del monte Balzata.

La piazza che ospita il festival da ormai nove anni è piazzetta Gracchi, “a Chiazzaredda”, nel cuore del centro storico, ha visto nascere il Toko Film Fest, adattandosi di anno in anno alle nuove esigenze dell’evento. Uno dei punti di forza della piazza è il belvedere sul Vallo di Diano che fa da sfondo alle serate del Toko. 

29 Luglio / Sassano

Villa Comunale

  • Proiezione corti
  • Proiezione fuori concorso de “La cattiva novella” di Fulvio Risuleo e talk con il regista

Sassano è un piccolo comune che ha fatto parte del circondario di Diano fino al 1860. Conta attualmente 4592 abitanti. Tra i posti da visitare, la bellissima valle delle orchidee con ben 184 varietà di orchidee selvatiche, il palazzo baronale “Babino” risalente alla metà del 700 e la chiesa madre di San Giovanni Evangelista.

La location del festival è la villa comunale di Sassano circondata dal verde e attraversata da un laghetto, qui si svolgerà il Toko in villa, una serata sotto le stelle e immersi nella natura. 

30 Luglio / Montesano S.M.

Piazza Castello

  • Proiezione corti
  • Talk con gli attori Riccardo De Rinaldis, Gea Dell’Orto e Marianna Fontana
  • Proiezione del backstage del film “Tre Piani” di Nanni Moretti e talk con il regista e DOP Elio di Pace
  • Electroshock Therapy (EST) live concert

Nel punto più a est della Campania si erge il comune di Montesano sulla Marcellana. Situato su un monte facente parte dell’appennino Lucano, Montesano è il comune più esteso del Vallo di Diano. 

Si racconta che la nascita di questo paese sia consequenziale ad una epidemia di peste. La popolazione di allora decise di rifugiarsi su una collina per sfuggire alla malattia. Per l’aria pulita e le sue numerose sorgenti la cittadina prese il nome di Montesano.

Luoghi da visitare sono: la Chiesa di Sant’Anna, edificio in stile gotico che si affaccia sulla piazza principale del paese, la Grancia Basiliana di San Pietro e il museo civico. 

La location che ospiterà il Toko 22 è situata nella parte più alta del centro urbano di Montesano: Piazza castello. Il panorama che potrete vedere da questa piazza è già un’ottima scusa per raggiungere il festival. 

31 Luglio / Atena Lucana

Piazza Caduti per la Pace

  • Proiezione corti
  • Premiazione
  • DJ set Cervello

Situata sul versante nord del Vallo di Diano, il nome “Atena” è legato al nome della dea greca Pallade Atena, mentre la denominazione “Lucana” verrà aggiunta solo nell’ottocento. 

E’ la più antica città del Vallo di Diano, secondo alcuni studi, fra il VII e il VI secolo a.C. ebbe un fitto scambio commerciale con altri territori della Magna Grecia. Nel V secolo arriveranno insediamenti lucani che ne modificheranno l’assetto culturale. 

In età romana il Vallo di Diano è noto con il nome di Campus Atinas a sottolineare l’importanza di Atena sugli altri centri romani. Durante l’Alto Medioevo il paese diventa il feudo della famiglia Sanseverino e resterà sotto il loro comando fino al 1507. Nel 1576 i marchesi di Brienza, i Caracciolo, prendono possesso della terra di Atena fino all’abolizione della feudalità. 

Fra i luoghi d’interesse, la chiesa di Santa Maria Maggiore, il santuario di San Ciro di epoca romana, il castello ruderi dell’XI secolo, le torri medievali del XIV secolo, palazzo Caracciolo del XVI secolo. 

La location scelta per il festival è la piazza Caduti per la Pace; la cerimonia di premiazione si svolgerà qui, location toka da quando è nata la formula itinerante (2020).

Giuria

Paola Casella

Giornalista professionista, è critico cinematografico di Mymovies.it e collaboratrice di cinema per Io Donna, La Lettura del Corriere della Sera e 8 ½ .

È redattrice di CineCritica e fa parte del comitato di selezione dei Film della Critica Sncci. È stata membro del comitato di selezione della Settimana della Critica alla Mostra del Cinema di Venezia, fa parte del direttivo della Rete degli Spettatori ed è docente di Narratives per il Master Internazionale in Diplomazia Culturale dell’Università Cattolica. È formatrice Operatori di Educazione Visiva a Scuola per il Mic-Miur. È direttrice artistica del premio Movie To Music del Teatro Palladium – Roma Tre

È stata più volte membro delle giurie Fipresci di Cannes, Venezia e Torino e di molti altri festival, e ha pubblicato numerosi saggi di cinema fra cui Hollywood Italian (Baldini & Castoldi, 1989), premio Donna Città di Roma, e Cinema: femminile, plurale (Le Mani, 2010), premio Domenico Meccoli. Da anni collabora ai volumi monografici Marsilio della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro.

Fulvio Risuleo

Fulvio Risuleo è diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia e ha iniziato a disegnare fumetti da bambino e subito dopo a realizzare piccoli cortometraggi.

Negli ultimi anni ha scritto e diretto i film Guarda in alto (2017), Il colpo del cane (2019) e Notte Fantasma (2022), e insieme al disegnatore Antonio Pronostico ha realizzato i fumetti Sniff (2019) Tango (2021), entrambi per Coconino Press che sono stati tradotti in Francia, Spagna e Polonia.

Come disegnatore ha pubblicato i libri a fumetti L’idra indecisa (2018) e I pixel sognano in 8K? (2022). È autore anche di cortometraggi, documentari, web serie e letteratura senza figure.

Elio di Pace

Elio Di Pace è nato a Battipaglia (SA) nel 1988. Laureato in Filmologia all’Università degli Studi di Salerno, giornalista pubblicista dal 2010, diplomato in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, dal 2019 lavora sui set di Nanni Moretti, Mario Martone, Marco Bellocchio, Edoardo De Angelis, Daniele Luchetti come operatore backstage. 

Ha lavorato come operatore di macchina per i documentari di Gianfranco Pannone e su alcuni set cinematografici di Paolo Carnera e Ivan Casalgrandi.

Nel 2017 il suo cortometraggio Le visite è stato selezionato alla Settimana della Critica della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Cortometraggi in concorso

Menu